NewsUncategorized

Il lavoro ai tempi del Coronavirus

12 marzo 2020

L'emergenza Coronavirus cambia il lavoro?

Con decreto “io resto a casa” il governo non intende attuare un blocco totale delle attività lavorative, tuttavia la ratio è limitare il più possibile lo spostamento delle persone, favorendo l’adozione di metodi alternativi di lavoro.

Il governo esorta ad incentivare lo Smartworking o “lavoro agile”. Con questa dicitura si fa riferimento ad un nuovo modo di intendere la relazione lavorativa tra dipendente e datore di lavoro, “caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi”.

Dopo avere monitorato le conversazioni attorno al tema del coronavirus, abbiamo pensato utile analizzare le conversazioni su twitter intorno al tema dello “Smartworking”.

L’EMERGENZA CORONAVIRUS STA CAMBIANDO IL MODO DI INTENDERE IL LAVORO?

Sono stati estratti 2.000 tweet  tra martedì 10 e mercoledì 11 marzo in lingua italiana.

La mappa evidenzia le principali aree tematiche individuate (cluster di parole):

  • Portare l’ufficio a casa;
  • Scoprire lo Smart working;
  • Aziende che gestiscono l’emergenza del Coronavirus on-line.